martedì 23 luglio 2019

Differenze radicali tra i buy-in

Published on ottobre 17, 2012 by   ·   No Comments

Tutte le poker rooms che incontrerete vi daranno la possibilità di giocare su differenti livelli. Si intende che minore sarà il denaro investito nel buy-in minore sarà il livello di competenza dei giocatori che si sederanno ai tavoli, questo sembra molto semplice da comprendere.

I tornei con buy-in molto basso ospitano giocatori di ogni tipo, dagli amatoriali ai giocatori casuali e molto spesso per un giocatore decente è difficile adattarsi a questo tipo di eventi. Salendo di livello si potrà invece trovare dei tornei con giocatori di un certo livello e quando di oltrepassano i 20 o 40 euro di buy-in si inizia ad entrare in un mondo nel quale i giocatori (nella maggior parte dei casi) sanno quello che stanno facendo e non giocano nella totale casualità.

Questo non è però certo, infatti è possibile trovare dei donk anche in tavoli con buy-in alto anche superiore ai 50 euro e quindi bisogna cercare di individuare subito quali siano i polli al tavolo e chi siano i donk che potrebbero arricchire il nostro stack oppure farci impazzire incastrando punti senza senso e giocando con carte quanto meno rivedibili.

La bellezza del poker in ogni caso risiede anche in questo fatto, ossia nel poter giocare anche se on si hanno delle capacità particolare e di poter semplicemente utilizzare la fortuna. Ovviamente sul lungo andare questo non paga, ma nel singolo evento anche il peggior giocatore al tavolo potrebbe vincere l’evento. In ogni caso quando i buy-in salgono sale anche il livello del gioco ed è raro trovare dei donk che si iscrivono a tornei dal buy-in sopra i 100 euro o superiore.

Ricordatevi dunque che è sempre una buona idea cercare di comprendere la qualità dei giocatori che sono al tavolo e quindi le prime decine di mani dovrebbero essere dedicate totalmente allo studio dei vostri avversari e del loro comportamento al tavolo.

Commenti ( 0)

Devi essere loggato per inserire un commento.

Scuola Poker