domenica 20 ottobre 2019

Poker, ecco quando Bluffare – Parte 3

Published on luglio 17, 2012 by   ·   No Comments

Per comprendere fino in fondo quando non sia il caso di provare un bluff ecco un semplice esempio di come non portare a termine un bluff. Poniamo che il giocatore A sia colui che voglia fare un bluff e le sue carte di partenza sono JT suitted (di quadri).

Il board dopo il Flop dice 9, 6, 2 e ci sono due quadri sul tavolo quindi una situazione non particolarmente positiva, ma nemmeno pessima, visto che il giocatore A possiede un progetto a colore con 4 quadri e due carte superiori a quelle che ci sono sul board, anche se le sue carte di partenza non sono certo da considerarsi particolarmente buone. Parla il giocatore B che punta ed il giocatore A effettua un call.

La quarta carta (Turn) è un 5 nero e ancora il giocatore B effettua una puntata e il giocatore A continua a chiamare inseguendo il suo progetto. Il River toglie ogni speranza al giocatore A, visto che il dealer gira un 2 nero ed il giocatore A si trova con niente in mano. La parola torna al giocatore B che fa check, forse spaventato dai continui call del giocatore A che però per vincere, molto probabilmente dovrà puntare per portare a casa il piatto visto che non ha una coppia e non ha carta particolarmente alte. In questo senso il giocatore A punta effettuando un bluff che però non ha grande “storia” e quindi difficilmente il giocatore B non chiamerà se avrà una coppia anche non per forza una top pair.

Questa puntata non ha particolarmente senso, anche se è l’unico modo per vincere la mano. Molto dipende dal giocatore che vi troverete davanti e da che cosa possa avere incastrato in questa mano. Con un Flop come quello sceso e un Turn come quello che abbiamo visto sulla puntata del giocatore B, il giocatore A avrebbe dovuto già rilanciare per poter effettuare un semi-bluff di successo o comunque dimostrare la forza della sua mano.

Facendo solo call fino alla fine, il giocatore B potrebbe aver compreso che il giocatore A era semplicemente alla ricerca di un progetto e quindi molto probabilmente sulla puntata sul River chiamerà e scoprirà il pessimo bluff che il giocatore A ha provato a fare. Il giocatore B potrebbe chiamare anche semplicemente con carte alte e senza avere una coppia perché il comportamento del giocatore A è altamente sospetto.

 

Tags: ,

Commenti ( 0)

Devi essere loggato per inserire un commento.

Scuola Poker